News

Piove Sempre Meno?

on .

Gli eventi atmosferici estremi accadono ai tropici: Sui libri di geografia si legge che la “fascia dei deserti” o delle regioni molto aride, si trova più o meno attorno alla linea dei Tropici: il Sahara, il Medio Oriente, la penisola arabica, l’Iran, il Deserto di Tarr e parte del Messico, lungo il Tropico del Cancro; il Kalahari, il deserto australiano, la pampa argentina lungo quello del Capricorno. Per il resto, l’Oceano. Nella fascia dell’Equatore c’è invece di solito la foresta pluviale (alle quote basse): l’Amazzonia, il Congo, Borneo e Sumatra, la Nuova Guinea, e così via. Quindi quelle foreste non sono “tropicali”, ma equatoriali. Gli eventi estremi di tipo violento (uragani) sono di solito “tropicali”.

 
 (a cura di  Guido Dalla Casa)
 
 
Cosa sta accadendo in Italia
 
Recentemente si è notata una diminuzione di piogge in Italia, e ad altre latitudini simili. Inoltre ci sono stati: due uragani in Germania, un uragano a Mosca. Siamo molto, ma molto lontani dal Tropico. Non è necessario essere esperti dell’atmosfera per sospettare che c’è qualcosa che non va. Del resto è piuttosto noto che la maggiore energia intrappolata nell’atmosfera a causa dell’aumento dell’effetto serra provocato nell’ultimo secolo dalle attività umane va a finire in riscaldamento globale, aumento del livello del mare, eventi estremi.
 
Tutto questo fa pensare che i nuovi eventi tendono ad accadere come se fossimo spostati di latitudine, e che ci troviamo in situazione più “tropicale”.
 
In molte parti d’Italia non piove da molti mesi. L’acqua scarseggia ormai quasi ovunque. Al Nord spesso ci salvano le Alpi, almeno per ora; ma i ghiacciai si ritirano ad un ritmo sempre maggiore. Secondo gli esperti, i fenomeni stanno procedendo ad una velocità maggiore di quella prevista.  
 
 
 
Cosa sta accadendo altrove
 
E altrove? Il permafrost si sta sciogliendo velocemente: in Siberia si libera il metano sottostante, altro pericoloso gas serra, innescando un pericoloso anello “a retroazione positiva”. Nella Lapponia finlandese, in luglio il numero di zanzare era enorme fino a pochi anni fa, ora sono quasi scomparse, forse perché l’acqua non è più stagnante sul terreno, ma percola e scende per la scomparsa del permafrost. Sono tutti segnali negativi.
 
 
Le origini del problema
 
Sembra incredibile, ma qui si pensa solo alla “crescita economica”, che è una vera gravissima patologia della Terra, invece che smettere immediatamente di estrarre e bruciare combustibili fossili. L’American Way of Life non è negoziabile!! Meglio vivere imbottiti di psicofarmaci in un mondo degradato ma con il PIL in crescita!? Oppure, in Italia, si pensa all’accoglienza dei “migranti”, che vengono da un continente la cui popolazione raddoppia ogni 30 anni, in modo ormai al di fuori di ogni possibilità di controllo, e dove la Natura originaria è stata distrutta per il 90%.    
 
Dobbiamo concludere che un collasso economico mondiale è diventata una speranza, per potere interrompere l’attuale andamento di questi fenomeni che distruggono ogni equilibrio della Vita. Comunque “qualcosa” dovrà arrestare tali tendenze negative: ciò significa la fine della civiltà industriale sempre-crescente, che è il modello culturale umano più distruttivo per la Vita che sia mai comparso sulla Terra.

 

La Long Term Economy è un modello economico in grado di condurci verso questo nuovo modo di pensare. Scopri di più sulla Long Term Economy.

 Fonte: Long Term Economy 

 
 
Guido Dalla Casa,
LTEconomy, 28 Giugno 2017
Guido Dalla Casa, "Trump e i Cambiamenti Climatici: alcune riflessioni"
 
Guido Dalla Casa, "L’Ecologia di Superficie e l’Ecologia Profonda"
 
Guido Dalla Casa, "Il vero problema…"
 
Dario Ruggiero, "Ecologia profonda", LTEconomy,
 
Intervista con Douglas Tompkins, LTEconomy,
 
  

Diventa un sostenitore della Long Term Economy!!

La Long Term Economy è un associazione non-profit che ha l'obiettivo di aumentare il benessere in una prospettiva di lungo periodo preservando il capitale naturale, culturale e sociale. L'associazione lavora a che i nostri figli possano avere un futuro migliore.

Diventa un sostenitore della Long Term Economy: fai la tua donazione oppure dai il tuo contributo