News

Perchè il pensiero di Lungo Periodo ci salverà dall’estinzione

on .

Sempre più economisti consapevoli stanno puntando il dito contro lo short termism (il pensiero di breve periodo) come causa principale dell’attuale declino quanto meno economico e sociale (Andrew G. Halden - 2016) anche se in realtà le conseguenze dello short termism vanno ben oltre… Sono, ad avviso di chi scrive, la principale causa della crisi ecologica attuale e del depauperamento delle risorse del nostro pianeta.

 (a cura di Dario Ruggiero)
 
 
“Facciamo figli e vogliamo loro un casino di bene…
Ma a che serve tutto questo se poi lasciamo in eredità un pianeta senza risorse?”
 
 
Short Termism e pericolo di estinzione
 
Perché lo short termism è tanto pericoloso? Pensiamo ad una famiglia che ha come unico mezzo di nutrizione 100 galline e le loro uova. Il tasso di sostituzione è di 30 galline all’anno (non ne possiamo mangiare più di 30 all’anno se vogliamo che le 100 galline non si riducano). La famiglia con una visione di Lungo Periodo ne mangerebbe 20 lasciando crescere il numero di galline a disposizione dei figli. Quella miope ne mangerebbe 40 o più, facendo terminare le galline nel giro di un decennio. Questo è quanto sta accadendo con le risorse della Terra: il Global Footprint Network calcola che attualmente consumiamo risorse annuali eccessive, che sarebbero sostenibili in un pianeta grande 1,7 volte la Terra. Generazione dopo generazione avremo sempre meno risorse. Si crea un circolo vizioso: al calare della quantità di risorse disponibili, le decisioni e le azioni potrebbero diventare ancora più miopi. Tutto questo potrebbe portare (al di la del Cambiamento Climatico) nel giro di pochi secoli (se non decenni) all’estinzione degli esseri umani (o quanto meno dell’attuale civiltà).
 
 
L’Economia di Lungo Periodo: perché ci salverà?
 
Questioni di pochi anni (5, forse 10 o 15) e le persone più illuminate inizieranno a capire l’importanza di “Ri-stabilire” una cultura di lungo periodo. Il problema è che più in là si interverrà per instillare una cultura di lungo periodo, maggiori saranno i danni già provocati al nostro pianeta e più difficili e sofferenti saranno le azioni da intraprendere.
Ma perché la cultura di Lungo Periodo ci salverà? Perché essa 1) è funzionale a dare un futuro migliore a chi ci seguirà, 2) dà estrema importanza alla biodiversità e alle altre forme di vita sulla Terra, 3) privilegia la collaborazione rispetto alla competizione, 4) promuove la stabilità sociale, 5) promuove una tecnologia positiva, che potrà permettere all’uomo di lasciare il Pianeta e colonizzarne altri quando ce ne sarà bisogno. Insomma L’Economia di Lungo Periodo è una cultura che guarda al futuro e al benessere delle generazioni che verranno (un po’ come facevano i nostri padri e nonni).
 
 
Ma che significa avere una cultura di lungo periodo
 
La cultura di lungo periodo dovrebbe permeare in tutte le strutture sociali, dal singolo individuo all’impresa, alle scuole e alle istituzioni. Consiste anche nel fare leggi che promuovono scelte di lungo periodo (in campo energetico ad esempio o favorendo lo sviluppo dell’economia circolare). Oggi, più che mai, ci dovremmo rendere conto che non è più ammissibile proteggere il business ad oltranza quanto questo risulta essere dannoso nel lungo periodo (ad esempio quello dei veicoli a carburante). I settori in cui si può intervenire sono tanti: dall’agricoltura, all’industria all’edilizia, al Turismo etc…Ma non è solo una questione di industria, è una questione culturale.
 
 
Conclusioni
 
E’ arrivato il momento che tutte le persone dotate di intelligenza, cultura e serietà si decidano a dare il proprio supporto per la creazione di quella cultura di lungo periodo di cui l’attuale civiltà necessita per fare un passaggio evolutivo determinante nel deciderne l’estinzione o l’evoluzione.
 
 
 
La Long Term Economy è un modello economico in grado di condurci verso questo nuovo modo di pensare. Scopri di più sulla Long Term Economy.
Iscriviti alla Newsletter per restare sempre aggiornato sui nostri articoli, case study e interviste.
Per rimanere sempre in connessione con la Long Term Economy e vuoi farne parte del network, Iscriviti al Movimento.

  

 
Dario Ruggiero,
LTEconomy, 23 maggio 2018
  
  
Altro
Dario Ruggiero, (febbraio 2018), "CONCENTRAZIONE DI CO2 NELL’ATMOSFERA: nel 2070 toccheremo la soglia del non ritorno?"
 
 Dario Ruggiero, (febbraio 2018),"TEMPERATURA GLOBALE: continuano le anomalie - dicembre 2017, il terzo più caldo dicembre nella storia delle osservazioni"
 
Dario Ruggiero, (febbraio 2018), "Arctic Melting: a dicembre l’estensione dei ghiacci artici è stata circa 1 milione di km2 sotto la media 1981-2010"
 
Dario Ruggiero, (febbraio 2018), "Global Risk Report 2018: i rischi ambientali e tecnologici dominano lo scenario"
 
 Dario Ruggiero, (05 settembre 2017), "Lottiamo per un nuovo sistema: ad ottobre nasce la piattaforma-social www.ltemovement.org
 
Emanuele Bompan, (agosto 2017), Intervista con Kate Raworth: L'Economia della Ciambella
 
 Dario Ruggiero, (giugno 2017), 'Un'introduzione all’economia della “ciambella”, Sette mosse per pensare come un economista del XXI secolo', 
 
"Che cosa è la Long Term Economy," LTEconomy
 
 Rosario Borrelli, (16 luglio 2017), "Da una costola della società moderna nasce il Movimento per un’Economia di Lungo Percorso", LTEconomy
 
Dario Ruggiero (a cura di), Intervista con David Lin (Global footprint Network, Direttore di Ricerca), "Come stoppare l'avanzata dell'Overshoot Day", LTEconomy
  

 

Diventa un sostenitore della Long Term Economy!!

La Long Term Economy è un associazione non-profit che ha l'obiettivo di aumentare il benessere in una prospettiva di lungo periodo preservando il capitale naturale, culturale e sociale. L'associazione lavora a che i nostri figli possano avere un futuro migliore.

Diventa un sostenitore della Long Term Economy: fai la tua donazione oppure dai il tuo contributo