News

Inquinamento dell’aria in Cina: è imbattibile?

on .

Questa che segue certamente non è una notizia fantastica. Nel corso degli ultimi mesi la qualità dell'aria nella Cina settentrionale e centrale è peggiorata di nuovo, con ondate di smog che hanno colpito la regione di Pechino-Tianjin-Hebei. Eppure la situazione sembrava che stesse migliorando. Infatti, dopo che il governo cinese ha dichiarato "guerra all’ inquinamento" nel 2014, la concentrazione nell’atmosfera di PM2.5 (particelle particolarmente piccole e dannose per la salute) si è ridotta, raggiungendo i 70 microgrammi per m3 a marzo 2016. Tuttavia, successivamente è tornata ad aumentare. Il motivo? La ripresa nella produzione dell'industria pesante... 

Il vero problema…

on .

La Terra ha quattro-cinque miliardi di anni. La Vita ha tre miliardi di anni, l’umanità ha tre milioni di anni (se assumiamo, come data convenzionale di inizio, l’esistenza della nostra antenata Lucy), la cultura occidentale giudaico-cristiana ha duemila anni, la civiltà industriale ha due-trecento anni. Meditiamo su questi tempi e sul loro significato: troviamo spesso un rapporto 1:1000 ad ogni passaggio. 

Rivista Ambiente: 105° edizione online. In questo numero: Cleanweb ed Overshoot Day

on .

Online la 105° edizione della rivista Ambiente, una delle più importanti riviste italiane in tema di preservazione dell’ambiente. Tra i vari articoli, ce ne sono due a cura dell’associazione Long Term Economy, l’economia che guarda al benessere in una prospettiva di lungo termine, attraverso la conservazione del capitale naturale, economico, sociale e culturale. Non più la corsa al profitto e alla competizione, ma al benessere di tutti, ed in particolar modo della nostra vera casa (il nostro pianeta)...

Elon Musk mostra i pannelli solari a forma di tegole

on .

Molti di noi avranno visto il video in cui Elon Musk (CEO di Tesla) mostra dei pannelli solari a forma di tegole per i tetti delle case. Si tratta di un prodotto rivoluzionario dal momento che ridisegna le modalità con cui  l'energia viene prodotta e consumata. Esso può infatti contribuire fortemente al passaggio da un sistema energetico centralizzato ad uno distribuito. Vediamo perché...

Spagna e Nord-Africa: un deserto entro il 2100?

on .

Come sarà il Mediterraneo alla fine del secolo? Mentre è in corso la conferenza mondiale sul cambiamento climatico (COP22), è stato pubblicato un nuovo studio (condotto da Joel Guiot e Wolfgang Cramer) che esamina quali saranno gli effetti del riscaldamento globale sulla Spagna ed altri paesi del Mediterraneo in quattro scenari diversi di emissione di anidride carbonica. Il risultato? La vegetazione mediterranea potrebbe cambiare in modo drammatico. Saranno sufficienti i target fissati nell’Accordo di Parigi (COP21) per evitare tale cambiamento?