News

Fertilità degli uomini: conto alla rovescia

on .


Ancora un altro studio suggerisce che il numero degli spermatozoi si sta riducendo nei Paesi ricchi. L’idea che la quantità di spermatozoi stia precipitando nel mondo industrializzato, probabilmente per effetto dell’inquinamento chimico che ha un effetto negativo sugli ormoni ha preso qualche sconfitta.
Nel 1992 una meta-analisi su 61 articoli pubblicati nel British Medical Journal ha fatto notare una riduzione della metà nei precedenti 50 anni, da 113 milioni per millimetro di seme a 66 milioni. Da allora, il declino è continuato. L’articolo più recente , pubblicato nella rivista Human Reproduction da Joëlle le Moal, Matthieu Rolland e i loro colleghi al France’s Institute for Public Health Surveillance sostiene che il conteggio degli spermatozoi di francesi in media si è ridotto del 32,2% tra il 1989 e il 2005. Allo stesso tempo, la proporzione degli spermatozoi formati in modo appropriato è calata dal 60,9% al 52,8%. Ci sono diverse critiche sul tema; le più importanti riguardano l’aspetto metodologico, sostenendo che le persone analizzate sono paradossalmente solo quelle che hanno difficoltà ad avere figli. Tuttavia, il crescente tasso delle persone con il cancro ai testicoli o imperfezioni genitali è coerente con l’idea che qualcosa di esterno sta generando effetti negativi sulla mascolinità degli uomini.