News

Chi emette la CO2?

on .

Quasi tutti (quasi il 100% della popolazione alfabeta) sanno che il Cambiamento Climatico è collegato ad un aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera e che questa è in gran parte generata dalla combustione di fonti fossili (carbone, petrolio, gas)… Ma quali sono i settori che generano maggiori emissioni? Quali i Paesi? Vediamo…tra un poco lo capiremo…ma prima….

Cambiamento Climatico (2018): ultime evidenze su temperatura, concentrazione di CO2 e scioglimento dei ghiacci

on .

Il cambiamento climatico è un tema molto dibattuto. Nonostante la comunità scientifica, grazie ai numerosi rapporti dell’IPCC (Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico), sia piuttosto concorde sul fatto che a) il cambiamento climatico esiste, 2) il cambiamento climatico origina da cause antropogeniche (dall’uomo), 3) il cambiamento climatico negli ultimi 200 anni ha proceduto a ritmi nettamente più veloci (si stima 170 volte più velocemente) rispetto al resto della storia del pianeta, a livello mediatico ancora c’è chi nega queste affermazioni sostenendo che il cambiamento climatico sia naturale e noi non possiamo fare niente per cambiare il corso degli eventi. Questo articolo propone le tre principali misure (conseguenze) del cambiamento climatico (concentrazione di CO2 nell’atmosfera; Temperatura globale della superficie terrestre e degli oceani; estensione dei ghiacci artici). Queste tre misure convergono in un'unica direzione: la Terra procede verso un surriscaldamento sempre maggiore e a ritmi serrati.

TEMPERATURA GLOBALE: continuano le anomalie - dicembre 2017, il terzo più caldo dicembre nella storia delle osservazioni

on .


TEMPERATURA GLOBALE: i dati sull’andamento della temperatura confermano il surriscaldamento globale, con un mese di dicembre più caldo del normale. Il grafico in basso è chiaro: per più di 5 anni il dato medio della temperatura mensile è stato costantemente superiore alla media storica e dicembre conferma il trend, essendo il terzo più caldo nella storia delle registrazioni.

Più precisamente, in base ai dati del NOAA Climate National Climate Data Center, la temperatura media della superficie terrestre ed oceanica nel mese di giugno 2017 è stata di 0,80°C al di sopra della media storica (pari a 12,2°C), segnando il terzo più caldo dicembre (insieme a quello del 2016) nella storia della registrazione. Negli ultimi 5 anni (2013-2017) abbiamo avuto 5 dei 10 dicembre più miti nella storia delle registrazioni. Dicembre 2017 rappresenta il 33° dicembre consecutivo e il 396° mese consecutivo con temperatura superiore alla media del 20° secolo.

Global Risk Report 2018: i rischi ambientali e tecnologici dominano lo scenario

on .

Spesso riteniamo che il nostro pianeta (o almeno la nostra civiltà) stia correndo dei rischi seri, e che la sua esistenza sia in qualche modo minacciata, ma abbiamo delle difficoltà nell'identificare con precisione quali sono questi rischi per affrontarli come si deve. Allora dobbiamo chiederci: 1) Quali tra questi rischi sono più probabili? 2) Quali rischi hanno un impatto maggiore? A queste domande dà una risposta il World Economic Forum con il Global Risk Report, un indagine che raccoglie le opinioni di esperti e leader sui rischi che stiamo correndo. Questa pubblicazione ha ormai raggiunto la 13° edizione. Un risultato che emerge e che vale la pena evidenziare è un fatto di sostanza: mentre prima del 2011 erano i rischi economici a fare maggior paura, adesso le cose sono cambiate, e, fatta eccezione per il solo 2015, in tutti gli anni successivi al 2011 sono stati i rischi ambientali a dominare lo scenario e nell’edizione del 2018 sono stati affiancati da quelli tecnologici. E’ possibile che il rischio ambientale stia diventando qualcosa di ‘reale?’ Una minaccia non più potenziale, ma qualcosa che dobbiamo affrontare nell’immediato? Quanta paura dobbiamo avere dei rischi informatici?