News

L’Impronta Ecologica in Italia: occorrerebbero “4 Italie” per far fronte ai bisogni di consumo degli italiani!

on .

Negli anni ‘20, il Prof. Simon Kuznet creò una misura del valore prodotto all’interno di un singolo Paese in un determinato anno: il Prodotto Interno Lordo (PIL). Eravamo al termine della Seconda Rivoluzione Industriale, e c’era ancora molto da guadagnare in "benessere materiale." il PIL quindi capitava a pennello e si è dimostrato un ottimo indicatore per misurare lo sviluppo di un Paese. Da allora “la crescita del PIL” è stata la missione principale di quasi tutti i Paesi del mondo. Ma adesso le cose sono cambiate. Stiamo sovra-sfruttando il nostro pianeta, e, in diversi Paesi, il benessere materiale è eccessivo. Oggi abbiamo bisogno di un nuovo indicatore, una misura che ci aiuti a mettere sotto controllo il nostro impatto (la nostra impronta) sull'ambiente. L'aumento del PIL non può essere più la nostra priorità.

Fish Dependence Day: in tre mesi abbiamo consumato le quantità di pesce che l’Italia produce in un anno

on .

Tanto significativo quanto preoccupante questo indicatore, il Fish Dependence Day, che quest’anno si è presentato il 31 marzo. Esso ci dice che in tre mesi (al 31 marzo appunto) abbiamo già consumato tanto pesce quanto l’Italia (nei suoi bacini) è in grado di produrre (pescare) in un anno. In altre parole, in Italia produciamo il 25% del pesce che consumiamo. L’Italia non è autosufficiente in termini di pesca. E il fatto che la nostra autosufficienza si sia ridotta dal 50% al 25% tra il 1990 e il 2015 ci suggerisce che occorre un approccio più sostenibile sia per quanto riguarda l’industria della pesca che il consumo di pesce. Vediamo più in dettaglio i dati e cosa si può fare a riguardo.

Glifosato: effetti sull’ambiente e sulla salute

on .

Che cosa accade se il pesticida utilizzato per proteggere la pianta dal parassita diventa poi più pericoloso del parassita stesso per la salute dell’uomo e del patrimonio biologico del territorio. Questo è il caso del “glifosato,” un principio attivo utilizzato in molti pesticidi sin dal 1974, in modo particolare negli USA, ma che, secondo alcuni studi, potrebbe rivelarsi tossico per l’ambiente e  dannoso per la salute.

La Giornata Della Terra 2017

on .

La Giornata della Terra è una grande manifestazione ambientale, istituita nel 1970, una giornata in cui tutti i cittadini del mondo dovrebbero unirsi per rispettare la Terra e promuoverne la salvaguardia. Le Nazioni Unite la celebrano ogni anno il 22 aprile. Governi, istituzioni e gruppi ecologisti cercano di sensibilizzare la popolazione sull’inquinamento di aria, acqua e suolo, sulla distruzione degli ecosistemi, sull’estinzione di migliaia di specie animali e vegetali e sull'esaurimento delle risorse, tutti effetti dell’attività umana.  

 

Intervista (con Dario Ruggiero) sull'impronta ecologica e la Long Term Economy

on .

Ringrazio Francesca Maccaglia per la splendida intervista in cui spiego il concetto di Impronta Ecologica e quello di Long Term Economy...Che cosa vuol dire che oggi avremmo bisogno di 1 pianeta e mezzo per soddisfare il nostro fabbisogno senza danneggiare il Pianeta? Perchè qualsiasi modello economico è destinato a fallire se ragiona in un'ottica di breve termine? Vi invito a dare un'occhiata all'intervista pubblicata sulla rete televisiva locale NewTuscia TV nel programma La Terra siamo noi..... .