Mathis Wackernagel

Mathis è il co-ideatore della Ecological Footprint (la ben nota Impronta Ecologica, nota per il fatto che attualmente stiamo consumando un ammontare di risorse per un pianeta grande 1 volta e mezzo la Terra) e Presidente del Global Footprint Network, uno dei più importanti Think-Tank internazionale in tema di sostenibilità. Uno dei più riconosciuti attivisti in tema di sostenibilità, Mathis è stato nominato al 19simo posto nella lista dei 100 individui che contribuiscono in modo maggiore a rendere il nostro pianeta più sostenibile.

Mathis ha lavorato con governi, imprese e ONG internazionali in tutto il mondo e ha tenuto conferenze in più di cento università. E’ stato direttore del Sustainability Program at Redefining Progress in Oakland, e ha diretto il Centro de Estudios para la Sustentabilidad at Anáhuac University in Xalapa, Messico. Mathis ha scritto e contribuito a numerosi articoli, relazioni e a vari libri in tema di sostenibilità e in particolare allo sviluppo di metriche per la sostenibilità.

Questi i principali premi ottenuti da Mathis Wackernagel:
- 2014 ISSP Sustainability Hall of Fame Inductee,
- the 2013 Prix Nature Swisscanto,
- 2012 Blue Planet Prize,
- 2012 Binding Prize for Environmental Conservation,
- 2012 Kenneth E. Boulding Memorial Award of the International Society for Ecological Economics,
- 2011 Zayed International Prize for the Environment (jointly awarded with UNEP),
- honorary doctorate from the University of Berne in 2007,
- 2007 Skoll Award for Social Entrepreneurship,
- 2006 WWF Award for Conservation Merit and 2005 Herman Daly Award of the U.S. Society for Ecological Economics
- Mathis è stato nominato al 19simo posto nella lista dei 100 individui che contribuiscono in modo maggiore a rendere il nostro pianeta più sostenibile (www.enrichlist.org).

Mathis è il Presidente del Global Footprint Network, diverse volte nominata come una delle prime 100 organizzazione non governative più importanti al mondo dal Global Journal. Secondo gli attuali parametri del Global Footprint Network l’umanità sta utilizzando l’equivalente di un pianeta più grande della Terra (per la precisione, grande 1 volta e mezzo la Terra) per procurarsi le risorse di cui ha bisogno e per far assorbire i rifiuti che produce.