Articoli

Internet delle Cose: una leva per la sostenibilità?

on .

A cura di Dario Ruggiero (giugno 2016)

 

Premessa

A partire dalla metà degli anni ‘90, Internet ha fatto grandi progressi (l'utilizzo di Internet è cresciuto di 100 volte dal 1995) e ora è un elemento molto importante della (quasi una necessità per la) nostra vita.   

Il business farmaceutico: pro e contro

on .

A cura di Dario Ruggiero (Maggio 2015)

 

Premessa

Questo articolo non è né contro le compagnie farmaceutiche né contro i dottori e l’intero sistema medico. Non è, altresì, uno strumento di promozione della medicina alternativa. L’obiettivo ultimo di questo articolo è quello di promuovere un miglioramento della relazione tra i pazienti e gli specialisti che li assistono nel prendersi cura della propria salute.  

Disuguaglianza economica: numeri, cause e conseguenze

on .

A cura di Dario Ruggiero (Maggio 2015)

 

Premessa

Per molti anni, il World Economic Forum (Global Risk 2012, 2013 e 2014) ha incluso la disparità dei redditi tra i dieci rischi globali ‘più preoccupanti:’ si tratta di un fenomeno che si è notevolmente intensificato negli ultimi decenni e che indebolisce fortemente la coesione sociale e minaccia la stabilità politica.  

Il diritto alla condivisione dei semi: la Convenzione UPOV e le implicazioni sulla libera condivisione dei semi

on .

A cura di Grazia Giordano e Dario Ruggiero (Maggio 2014)

Premessa

Uno dei temi più importanti sui quali l’umanità è chiamata ad agire nell’immediato futuro riguarda la perdita della biodiversità agricola e la pericolosa semplificazione delle specie e delle varietà agricole coltivate nei campi. Questo processo di progressiva erosione genetica è iniziato nel XIX secolo e si è intensificato in maniera preoccupante nel XX secolo; determinanti a tal fine sono stati la Convenzione UPOV (Union internationale pour la Protection des Obtentions Végétales ), il TRIPS (Trade-Related Aspects of Intellectual Property Rights) e il WTO (World Trade Organization), con l’estensione a tutti i Paesi facenti parte del WTO dell’obbligo di tutelare la proprietà intellettuale delle nuove varietà agricole.

Land Grabbing: sviluppo o antisviluppo?

on .

A cura di Dario Ruggiero (Maggio 2014)

Premessa

Negli ultimi anni, le “Terre Fertili” nei Paesi poveri hanno attratto un grande ammontare di investimenti da parte dei Paesi Sviluppati e delle grandi multinazionali agricole per differenti ragioni: fornire nutrimento alle popolazioni dei Paesi ricchi, produzione di biofuel, trarre semplicemente profitti. Questi investimenti sono spesso condotti in modo “poco trasparente”, e alle spese dei diritti e del benessere delle comunità locali. Questo fenomeno è noto con il nome di “Land Grabbing” ed è stato per la prima volta portato alla luce da “GRAIN”, un organizzazione non-profit che supporta le attività dei piccoli agricoltori locali in tutto il mondo.