Brian Kirhagis: onorare la Terra attraverso la femminilità

Il mondo fuori. Metto la sedia come un cretino ai piedi del muro che separa il patio dal deserto. Nonostante la mia altezza mi mancano quei sessanta centimetri per svettare oltre e vedere il mondo fuori. Il deserto. Si può amare così tanto il deserto? Con le sue dune sensuali, il suo aspetto pulito e silenzioso. Quel perdurare resiliente delle specie che pullulano occasionalmente di fiori e insetti al primo gocciolare insperato della stagione. È lì tutto intorno per accoglierti. Tu e il niente. Equivale a tu e il Tutto. Un desiderio di abbracciare il Tutto, di espandermi e non di fuggire semplicemente dalla pesante situazione della quarantena.

Una piccola debolezza a confronto di quello che in questi giorni mi tocca vedere in rete. Mi riferisco a tutte quelle donne che si atteggiano a santone, permaculturali e non, pseudosteineriane, sviolinando proclami e poesie dal linguaggio ricercato su tante tantissime belle cose che avrete letto anche voi. Che siamo fortunati, il 2020 è l’anno del rinnovamento, che tutto sta per cambiare… che andrà tutto bene. Mors tua vita mea. È quello che era previsto dopo anni di rituali squallidi giusto? La tanto agognata punizione. Il castigo che cercavate è arrivato. E peraltro colpisce soprattutto gli uomini. Necrofore dalla coda di paglia.

Dopo duemila anni di programmazione mentale di stampo greco-cristiano non è ancora possibile avere un occidente che creda in soluzioni che non passino attraverso la sofferenza, il dolore profondo, la morte, perfino lo sterminio. No, non è catarsi, è abominio. Non credo alle parole di profeti che si fanno anticipare dalla strage di centinaia di bambini innocenti. Non credo nemmeno a voi, che avete atteso una strage pandemica, per enunciare i vostri sermoni. Noto dello sporco dietro, del puzzo. È una perversione mentale che porta solo al disastro. Non si può costruire niente di bello sulla morte di centinaia di migliaia di esseri umani, forse milioni quando finirà la pandemia. È una disgrazia che non riusciate a pensare in modo diverso e una fortuna per me credere in una visione spirituale differente.

Sarebbe meglio avere intorno donne sensibili toccate per la disgrazia che stanno passando decine di migliaia di famiglie che hanno perso i loro cari. Attaccati a un respiratore, nel caos di un ospedale fatto lazzareto, senza funerale, non sono morte in pace. Muoiono solo persone che fanno uso di sostanze sintetiche (droghe o farmaci). Muoiono solo i deboli o i disgraziati. È un virus di laboratorio, un’arma biologica micidiale … ma fa del bene. Ma come cavolo ragionate? Chi e cosa siete diventate negli ultimi anni?

Gran parte del paese dipende dalle pensioni. Più vecchie sono più laute sono. Ci sono famiglie numerose che si mantengono con la pensione di uno. Non è il massimo. Non è equo lo so. Permette alle psicosi di un anziano di ripercuotersi sui famigliari … che credono che il denaro dia forza e potere. Ma è quello che è. Ci saranno anche vecchi saggi e belle persone tra tutte quelle morti. Magari gli ultimi esempi positivi assassinati indirettamente con una dose opportuna di farmaci secondo lo sport più praticato in Italia negli ultimi tempi. Negli ultimi anni, il comportamento assunto dagli uomini, che ha compreso l’esonerare la donna dalla propria cura e attinenze alla alimentazione e alla salute, ha fatto si che l’aspettativa di vita degli uomini sia schizzata, accompagnata da una ragionevole illusione che ben presto gli uomini vivranno molto più delle donne. Ma è giunto il virus a rimettere le cose a posto. Non si sa ancora se ci siano delle basi mediche o circonstanziali a questo accadimento.

Non è questo il momento di fare quei discorsi. Perchè non tutti sono dell’animo per ascoltarli. Non tutti li comprenderebbero anche se i contenuti sono buoni e sono troppo poco per compensare il disagio di tante morti.

Perchè non vi esponente invece perchè chiuda uno dei settori dalle finalità più oscure: quello dei laboratori microbiologici che fabbricano armi biologiche fingendo scopi medici. Forse non avete fegato. Si tratta di un giro di affari superiore si dice al narcotraffico. È un settore obsoleto, immorale e inefficace. Ormai la popolazione cresce con una rapidità incredibile e le nuove conoscenze stanno già rilevando le cause delle disfunzioni del microbiota intestinale, responsabile della nostra salute, come le azioni che ne promuovono il riequilibrio che riprenderò in un altro articolo. Non si può controllare con metodi microbiologici la popolazione e far morire così male le persone non può essere che di cattivo auspicio per l’umanità intera.

Questa attitudine immorale perdura da tempo anche nell’approccio dei biologi in agricoltura. Un esempio per tutti è l’immissione nell’ambiente di un fungo endofita capace di infettare ed eliminare circa 700 specie viventi: la Beauveria bassiana. La maggior parte di quelle specie sono innocue, innocenti.

Termino parlando di Amore tantrico. È la cultura più evoluta con la quale mi sia imbattuto e che abbia vissuto. Nel Tantra l’atto sessuale è come una meditazione dinamica. È la celebrazione dell’unione mistica del maschile e femminile senza separazione alcuna. Non è finalizzato alla riproduzione. La circolazione di energia e essenza tra i partner fa sì che anche a livello fisico l’eiaculazione maschile si interrompa indefinitivamente. Per essere più diretto la situazione si inverte cioè è più difficile eiaculare che non farlo. Il fatto che l’atto sessuale non sia riproduttivo nella massima espressione della nostra evoluzione e spiritualità ci può far riflettere molto. Creature felici, sane, evolute, illuminate si riproducono con parsimonia e in armonia con il mondo esterno, perchè non risentono di interferenze karmiche che li inducono a farlo anche quando non serve o non si dovrebbe. Non servono armi biologiche per controllarle.

Iniziamo a pensare a un mondo diverso, dominato da un Amore che sorge da dentro che spazza via la paura e la morte come strumenti di qualsivoglia conseguimento.

 

Reserve of Biosphere of Fuerteventura, Canary Islands.

 

Leggi anche questi articoli

 

Paolo David Sacco

Promoter of the agricultural method A.M.B.E. (Microbiological agriculture based prevalently on endophytic bacteria)

Global Goodwill Ambassador (GGA) nominated for improving nutrition and making agriculture sustainable.

Long Term Economy Chair ( Global Islands and Biosphere Reserves )

 

FONDO C.R.A.P.N.A

 

Per maggiori informazioni non esitare a partecipare ai gruppi di formazione gratuita di Facebook di cui sono fondatore:

Agricoltura e alimentazione microbiologica (metodo A.M.B.E.)

Forest Gardening per tutti gli usi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Paolo David Sacco

Forest gardener. Ricercatore indipendente e libero divulgatore di modelli e metodi di agricoltura naturale e vita sostenibile .

Paolo David Sacco has 42 posts and counting. See all posts by Paolo David Sacco

Paolo David Sacco

Leave a Reply