Acqua su Marte. “Può sembrare visionario, ma lo spazio richiede uno sguardo a lungo termine.”

Marte

Colonizzare Marte è una grande impresa logistica che richiede “uno sguardo a lungo termine”, come sostiene Roberto Battiston Presidente ASI (agenzia spaziale italiana), in questa intervista che potete leggere qui: Marte_ESA

ASI ha contribuito alla costruzione del satellite Mars Express, che ha portato a bordo il il radar Marsis, costruito interamente in Italia e dotato di un’antenna particolare lunga 40 metri. I dati sono stati raccolti per molti anni e sono stati poi analizzati da ricercatori italiani dell’INAF e dell’ASI, con tecniche ecografiche molto raffinate in cui in Italia siamo particolarmente esperti: a circa un chilometro e mezzo sotto la superficie “abbiamo osservato una zona di discontinuità – spessa alcuni metri e lunga diversi chilometri – che, per quanto ne sappiamo, ha le tipiche caratteristiche di acqua allo stato liquido.”

La colonizzazione di Marte potrebbe costare almeno “1300 miliardi di dollari se non 2.000″ e ” se le stelle della politica internazionale si allineassero, se ci fosse la volontà di perseguire questo obiettivo l’arrivo su Marte è nelle nostre possibilità, anche nel giro di una ventina di anni.”

Queste le affermazioni registrate nell’intervista.

La sfida spaziale sta definendo un nuovo obiettivo, quello di “terraformare” (dotarlo di atmosfera) un pianeta e renderlo abitabile: Marte è il pianeta proposto come primo candidato. Ci sono iniziative imprenditoriali come quella di Elon Musk e ci sono investimenti pubblici che stanno crescendo. L’avventura umana continua !

Renzo Provedel

I am your coach and we can perform together. Innovation and strategy are connected and are my core competences. Listening is basic to dialogue and to stay in the flow.

Renzo Provedel has 4 posts and counting. See all posts by Renzo Provedel

Renzo Provedel

Leave a Reply